Passa ai contenuti principali

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Premio per la pace a chi aiuta i migranti

Il Premio per la pace di Aquisgrana (Aachen Peace Prize ) del 2020 viene assegnato ad Antoine Exelmans, un sacerdote che ha dedicato la sua vita ad aiutare i migranti e i rifugiati in Marocco. Il premio tedesco viene assegnato ogni anno a donne, uomini o gruppi che lottano contro l'ingiustizia e per la pace, scrive Sertan Sanderson. Il sacerdote francese è stato riconosciuto per i suoi sforzi umanitari nella sua parrocchia di Oujda, in Marocco - vicino al confine con l'Algeria - dove da diversi anni assiste migranti e rifugiati, offrendo loro cibo, assistenza medica e un tetto sopra le loro teste. Sotto la sua cura, molti richiedenti asilo provenienti da tutto il continente africano trovano rifugio dai trafficanti di esseri umani noti per pratiche violente che vanno dall'abuso all'estorsione. Quando il suo centro sociale è pieno, Père (padre) Antoine si preoccupa invece ad ospitare i migranti nei banchi della sua chiesa. "Molte delle persone che vengono da noi sono vulnerabili e segnate dalle esperienze che hanno dovuto subire durante i loro viaggi", ha detto Exelmans a InfoMigrants in un'intervista. "Questi migranti arrivano in modo irregolare e spesso rimangono in una situazione precaria per settimane, mesi o anni. Hanno questo sogno di (raggiungere) l'Europa che li costringe a superare molti pericoli lungo la strada". "E’ ancora una grande sfida aiutare a ripristinare la dignità di queste persone dando loro un'accoglienza fraterna e umanitaria e assistendo queste persone più vulnerabili nella società", ha aggiunto il sacerdote.

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti