Passa ai contenuti principali

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Germania e Unione Europa violano i diritti umani dei migranti secondo 43 organizzazioni

L'attuale politica di immigrazione e asilo della Germania e dell'UE "viola gravemente il diritto alla salute e l'integrità fisica e mentale di migranti e rifugiati in Germania", hanno affermato diverse dozzine di associazioni di beneficenza e mediche, scrive Benjamin Bathke. Lunedì 26 ottobre una coalizione di circa 50 organizzazioni della società civile ha denunciato violazioni dei diritti umani di rifugiati e migranti per mano della Germania e dell'Unione europea. Secondo le stime, mezzo milione di persone vengono private dell'assistenza sanitaria di base nella sola Germania, hanno detto a Berlino i rappresentanti dell'organizzazione medica IPPNW. "Molti rifugiati sono malati e hanno bisogno di una protezione speciale", ha detto un portavoce della coalizione. "Invece, vengono trattati come esseri umani di seconda classe, senza privacy, senza accesso a un'assistenza sanitaria adeguata". L'annuncio online di lunedì (26 ottobre) ha fatto seguito a un "tribunale per i diritti umani" da parte do IPPNW di tre giorni organizzato insieme ad altre 42 organizzazioni tra cui Medici del mondo, Organizzazioni tedesche di servizio per l'AIDS (DAH), diversi consigli per i rifugiati, Medico International, Pro Asyl e linea diretta di emergenza Alarm Phone. "La Germania e l'UE hanno creato regimi di frontiera che degradano i migranti a persone di seconda classe. Le persone colpite difficilmente hanno rimedi legali", ha detto IPPNW su Twitter. Con le loro politiche in materia di migrazione e asilo, il governo tedesco e l'UE violano anche il diritto alla salute di rifugiati e migranti nei campi per migranti greci, hanno affermato le organizzazioni. La pandemia COVID-19 ha rafforzato le violazioni dei diritti dell'UE, ha aggiunto. Nella loro dichiarazione, la coalizione di organizzazioni ha affermato che la polizia e le forze armate tedesche sono state coinvolte in pratiche che violano il diritto internazionale, la Convenzione di Ginevra e l'attuale diritto dell'UE. I cosiddetti respingimenti - rifiuti illegali di migranti - al largo dell'isola greca di Lesbo avvengono quasi quotidianamente, hanno detto le organizzazioni. Proprio ieri (26 ottobre), un'indagine di una serie di organizzazioni mediatiche europee ha scoperto che Frontex, l'agenzia europea per la sicurezza delle frontiere, è stata coinvolta in diversi respingimenti illegali di richiedenti asilo che attraversano il Mar Egeo dalla Turchia alla Grecia. Durante il "tribunale per i diritti umani" a Berlino, sono stati ascoltati diversi rifugiati. Gli enti di beneficenza e le associazioni organizzatrici hanno affermato di voler aumentare la consapevolezza delle violazioni dei diritti umani in Germania e ai confini esterni dell'Europa. Tra le altre cose, la coalizione ha criticato le ramificazioni delle deportazioni e la criminalizzazione del salvataggio privato in mare.

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti