Passa ai contenuti principali

Temi attuali: storie di immigrati in Italia, storie di migranti in Italia, storie di bambini migranti, migranti pensiero, storie di migranti libri, storie di migranti a lampedusa, dimmi di storie migranti, archivio immigrazione, testimonianze migrazioni, storia di una migrante

Retorica anti immigrati in Italia malgrado i numeri reali

L'immigrazione e la retorica anti-UE giocheranno un ruolo sempre più importante nelle prossime elezioni in Italia. Questo probabilmente aiuterà Matteo Salvini, e il suo partito anti-immigrati (la Lega) e Giorgia Meloni e il suo partito Fratelli d'Italia a vincere le elezioni in regioni che storicamente hanno sostenuto i politici di centro sinistra. La combinazione di preoccupazioni interne ed eventi internazionali riguardanti le questioni relative all'immigrazione potrebbe ulteriormente consentire alla Lega, ai Fratelli d'Italia e al Movimento a 5 stelle di ottenere il potere nazionale, spostare la politica italiana a destra e danneggiare le relazioni dell'Italia con l'UE, scrive Michael. Guterbock. L'immigrazione in Italia in cifre: L'immigrazione clandestina in Italia è complessivamente diminuita negli ultimi anni. Undicimilacinquecento migranti sono arrivati in Italia in nave nel 2019, rispetto ai 181.000 nel 2016. Tuttavia, c'è stato un aumento significativo degli immigrati in arrivo sulle coste italiane via mare nel 2020. Nonostante il calo complessivo, i partiti anti-immigrati italiani continuano a chiedere una più forte applicazione delle frontiere, più deportazioni di migranti già in Italia e modifiche alle norme sull'asilo. Anche se Salvini ha fallito nel suo tentativo nell'agosto 2019 di portare al potere il suo partito della Lega, la sua piattaforma anti-immigrati continua a fare progressi nelle elezioni regionali. Ne è un esempio l'elezione in Umbria dell'ottobre 2019 di Donatella Tesei, sostenuta dalla Lega. Più recentemente, in Emilia-Romagna, la Lega è arrivata sul punto di spodestare il governo regionale di centrosinistra al potere da settant'anni. Nonostante il centrosinistra abbia ottenuto la maggioranza, guardando alla distribuzione dei voti tra i partiti, la Lega è solo 2 punti percentuali dietro al centrosinistra. Il candidato della Lega ha perso per circa 100.000 voti, su oltre 2,2 milioni di voti espressi. Le politiche anti-immigrati erano l'asse principale della piattaforma del loro candidato. Preoccupazioni nazionali italiane: La popolazione nazionale italiana è in calo. Nel 2019, la popolazione complessiva dell'Italia è diminuita di 116.000, scendendo a 60,3 milioni. Un costante aumento delle nascite di immigrati ha contribuito a compensare il calo del tasso di natalità domestico, ma il calo è rimasto. La perdita di popolazione può essere vista più chiaramente nell'Italia rurale, soprattutto nel Sud, un fenomeno denominato svuotamento rurale. Tra il 2000 e il 2018 l'Italia rurale ha perso quasi 800.000 residenti. I giovani italiani si stanno trasferendo in città più grandi o in altri paesi, lasciando solo gli anziani nei villaggi. Alcuni villaggi rurali ricorrono persino alla vendita di proprietà per un euro se l'acquirente promette di vivere in città e mantenere la proprietà. Il declino degli italiani che vivono in queste aree, unito agli arrivi di immigrati, hanno portato alcuni italiani a sostenere che l'Italia stia diventando meno italiana. Queste tendenze stanno causando ansia tra gli italiani, che sentono che il loro modo di vivere è minacciato e deve essere protetto da influenze esterne.

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti