Passa ai contenuti principali

Temi attuali: storie di immigrati in Italia, storie di migranti in Italia, storie di bambini migranti, migranti pensiero, storie di migranti libri, storie di migranti a lampedusa, dimmi di storie migranti, archivio immigrazione, testimonianze migrazioni, storia di una migrante

Come la pandemia colpisce più duramente i migranti nel mondo

L'ONU afferma che ci sono 35 milioni di migranti internazionali nel Gulf Cooperation Council (GCC, un gruppo di stati del Golfo Persico), in Giordania e in Libano. Sono definiti come "qualcuno che cambia il proprio paese di residenza abituale, indipendentemente dal motivo o dallo stato giuridico". Tali cifre includono rifugiati e persone a carico: il 31% sono donne. Gli stati arabi ospitano anche un sottogruppo di 23 milioni di lavoratori migranti, definito dall'ILO come "una persona che migra o che è migrata da un paese a un altro con l'obiettivo di essere impiegato in modo diverso che per proprio conto". La maggior parte di loro svolge occupazioni poco qualificate e retribuite; Il 39 per cento sono donne. Questi numeri sono spesso sottovalutati, scrive Omer Karasapan. Il GCC ospita il 10% dei migranti globali con l'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti (EAU) che ospitano rispettivamente la terza e la sesta popolazione di questo tipo a livello globale. I migranti internazionali comprendono oltre l'80% delle popolazioni degli Emirati Arabi Uniti e del Qatar, il 70% del Kuwait e il 55% del Bahrein. I migranti sono più vulnerabili a causa di un'assistenza sanitaria inadeguata, condizioni economiche peggiori e condizioni di vita sovraffollate, che li mettono a maggior rischio di infezione. La maggior parte dei casi di COVID-19 nel Golfo sono tra migranti stranieri. Per il 2020, il Fondo monetario internazionale vede le economie in Medio Oriente e Nord Africa (MENA) in calo del 5,7%, con il GCC in contrazione del 7,6%. Ciò significa disoccupazione massiccia, stipendi non pagati a causa di attività fallimentari o furto di stipendio, detenzioni arbitrarie o espulsioni mentre le residenze legali vacillano e un crescente bisogno di dispense di cibo. Molti sono bloccati a causa di divieti di viaggio o biglietti inaccessibili.

Compra il mio ultimo libro A morte i razzisti

Commenti