martedì 23 giugno 2020

Tra gli eroi che dovremmo ringraziare tanti migranti

La pandemia ha messo in luce buchi nei sistemi di supporto all'immigrazione del Paese, con una mancanza di compassione. Se Jacinda Ardern vuole mantenere la sua promessa di gentilezza, Laura Walters suggerisce di iniziare con coloro che hanno rischiato la vita per il paese che amano.

Come altri eroi prima di loro (di cui in questo sito abbiamo già parlato riguardo a molte altre parti del mondo, pure l'Italia), i cosiddetti lavoratori chiave cancellano questa descrizione. "Ti stai mettendo a rischio trovandoti al lavoro, ma ne vale la pena perché aiuti le persone."


La mentalità di Blitz quasi dimenticata nel Regno

Unito e la retorica in tempo di guerra sembra essere stata adottata da tutti, da Vogue al Primo Ministro Boris Johnson.

Il Regno Unito è tutt'altro che solo nel suo tentativo di identificare il nemico comune, ispirare il lavoro di squadra e incoraggiare la tolleranza per il sacrificio.

Abbiamo visto lo stesso stile di linguaggio e gli indirizzi cupi provenienti dalla Nuova Zelanda, con il Primo Ministro Jacinda Ardern che ha invitato la "squadra di cinque milioni" a unirsi contro Covid-19 e a combattere il virus "andando duro e andando presto ”.

Lungo la strada, Ardern ha elogiato il lavoro di quelli in prima linea. "Grazie per aver recitato la tua parte, stai salvando vite", ha detto.

Sono operatori sanitari, badanti, assistenti di supermercati, autisti - le persone che hanno rischiato la vita sul campo di battaglia di Covid.

Come le loro controparti britanniche, gli eroi della Nuova Zelanda negano il titolo; hanno fatto quello che potevano per il paese che amano. Ma per alcuni lavoratori essenziali, il paese che amano non è veramente loro.

Molti di coloro che hanno portato avanti la Nuova Zelanda durante il blocco sono lavoratori migranti. Stavano combattendo per il futuro del paese di qualcun altro, nella speranza che un giorno chiamassero la Nuova Zelanda propria…

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento