Passa ai contenuti principali

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Morti al largo della Tunisia: sono almeno 53

Il numero di corpi recuperati da un naufragio al largo della Tunisia è salito a 53. Il paese africano è sia un luogo di transito per i migranti di altri paesi africani sia una fonte di persone dirette in Europa, scrive Benjamin Bathke.

A seguito del ribaltamento di una nave al largo delle coste della Tunisia la scorsa settimana, almeno 53 corpi sono stati recuperati. Questo secondo i rapporti di varie agenzie di stampa.

I passeggeri, principalmente dall'Africa sub-sahariana, sono morti quando la loro nave legata all'Italia è affondata al largo della Tunisia la scorsa settimana.

Almeno 24 donne e il capitano della barca, un tunisino di 48 anni, sono tra le vittime.

La marina e le guardie costiere hanno utilizzato i sommozzatori e un elicottero per cercare corpi, la maggior parte dei quali sono stati trovati nella stessa area, ha riferito un portavoce di un tribunale di Sfax all'agenzia di stampa AFP.

Secondo il direttore sanitario della regione Sfax Ali Ayadi, giovedì sono state organizzate alcune sepolture. Ayadi ha detto che i campioni di DNA erano stati prelevati nella speranza di identificare i corpi prima che fossero deposti in tombe numerate.

"Sono profondamente rattristato dall'aver sentito parlare di donne e bambini che perdono la vita in quei viaggi pericolosi", ha dichiarato l'UNHCR, un'agenzia per i rifugiati dell'ONU, in una dichiarazione online pubblicata mercoledì 10 giugno.

Testimoni avevano riferito alle autorità che si riteneva che le vittime fossero dei passeggeri su una barca che era partita per l'Italia una settimana fa con 53 persone a bordo. È stata avviata un'indagine per identificare gli organizzatori del viaggio.

Leggi anche Storie e Notizie

Commenti