Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Immigrati hanno paura di protestare

Alcuni immigrati hanno espresso preoccupazione riguardo alla partecipazione alle proteste per l'uccisione di George Floyd a causa del timore di possibili conseguenze, scrive Mazin Sidahmed.

I membri di La Colmena, un'organizzazione no
profit di Staten Island che lavora con lavoratori latinoamericani e immigrati, hanno detto a Bedford + Bowery che volevano partecipare alle proteste per mostrare sostegno alle persone che affrontano la brutalità della polizia. Hanno appeso degli striscioni con la scritta "Black Lives Matter", "Trans Lives Matter", "Nessun essere umano è illegale" e "Nessun divieto musulmano".

Ma riferisce che anche gli agenti dell'immigrazione e delle autorità doganali stanno sorvegliando le proteste che hanno suscitato paura in molti immigrati, preoccupati di poter essere arrestati e subire espulsioni. Il dipartimento di polizia di New York City ha arrestato oltre 2.000 persone in relazione alle proteste che hanno cons…

Crisi nella crisi dei migranti del mondo

L'agenzia del lavoro delle Nazioni Unite ha esortato i governi di tutto il mondo a fornire protezione sociale e sostegno economico ai lavoratori migranti mentre decine di milioni tornano a casa per la disoccupazione e la povertà a causa della pandemia di COVID-19, scrive Charles Maynes.

Con l'arrivo dei blocchi, i lavoratori migranti vengono rimpatriati in fragili economie o lasciati bloccati nelle nazioni ospitanti con mezzi limitati, mentre le loro famiglie soffrono finanziariamente a causa della perdita di rimesse, secondo l'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) in un rapporto pubblicato mercoledì.

Secondo l'OIL, ci sono circa 164 milioni di
lavoratori migranti in tutto il mondo, quasi la metà donne, che rappresentano il 4,7% della forza lavoro globale. Molti sono impiegati in settori considerati essenziali, come l'assistenza sanitaria, i trasporti e l'agricoltura.

"Le donne e gli uomini lavoratori migranti e rifugiati, che fanno parte della fo…

Tra gli eroi che dovremmo ringraziare tanti migranti

La pandemia ha messo in luce buchi nei sistemi di supporto all'immigrazione del Paese, con una mancanza di compassione. Se Jacinda Ardern vuole mantenere la sua promessa di gentilezza, Laura Walters suggerisce di iniziare con coloro che hanno rischiato la vita per il paese che amano.

Come altri eroi prima di loro (di cui in questo sito abbiamo già parlato riguardo a molte altre parti del mondo, pure l'Italia), i cosiddetti lavoratori chiave cancellano questa descrizione. "Ti stai mettendo a rischio trovandoti al lavoro, ma ne vale la pena perché aiuti le persone."

La mentalità di Blitz quasi dimenticata nel Regno
Unito e la retorica in tempo di guerra sembra essere stata adottata da tutti, da Vogue al Primo Ministro Boris Johnson.

Il Regno Unito è tutt'altro che solo nel suo tentativo di identificare il nemico comune, ispirare il lavoro di squadra e incoraggiare la tolleranza per il sacrificio.

Abbiamo visto lo stesso stile di linguaggio e gli indirizzi cupi prov…

Salvati 165 migranti da Sea Watch

L'organizzazione di soccorso tedesca Sea-Watch ha salvato mercoledì 165 migranti da gommoni al largo della costa libica. Numerose persone migranti, tra cui donne e bambini, avevano bisogno di cure mediche immediate, ha affermato la ONG.

In una prima operazione di mercoledì mattina, quasi 100 migranti sono stati salvati a circa 29 miglia nautiche al largo di Zawiya, a ovest della capitale libica Tripoli, ha spiegato Sea Watch su Twitter. Alcuni hanno ricevuto cure mediche immediate, tra cui donne, bambini e diversi feriti. Gli infortuni includevano ustioni chimiche dalla miscela carburante-acqua salata nel gommone, ha aggiunto Sea-Watch in una nota.

Sea-Watch ha detto che le guardie costiere libiche avrebbero restituito i migranti in Libia se non li avessero prima portati in salvo.

L'organizzazione ha anche affermato che c'erano
più persone bisognose di aiuto. "Il nostro piano di ricerca Moonbird ha individuato un'altra barca in pericolo con circa 70 persone. L'…

Funzionari UE accusati di coprire abusi sui migranti in Croazia

Funzionari dell'UE sono stati accusati di un "oltraggioso insabbiamento" dopo aver negato le prove di un fallimento del governo croato nella supervisione della polizia ripetutamente accusata di derubare, abusare e umiliare i migranti alle sue frontiere, scrive Daniel Boffey.

Le e-mail della Commissione europea interna viste dal Guardian rivelano che i funzionari di Bruxelles temevano un contraccolpo nel decidere contro la piena divulgazione della mancanza di impegno della Croazia nei confronti di un meccanismo di monitoraggio che i ministri avevano precedentemente concordato di finanziare con fondi dell'UE.

Prima di rispondere alle richieste di un alto
parlamentare europeo a gennaio, un funzionario della Commissione aveva avvertito un collega che il fallimento del governo croato di usare il denaro stanziato due anni fa per la polizia di frontiera "sarà sicuramente visto come uno scandalo".

La supervisione del comportamento degli ufficiali di frontiera era s…

Storie dal campo per rifugiati di Kara Tepe

Immagina di dover lasciare la casa e la famiglia per salvarti la vita. Immagina di doverti allontanare da tutto ciò che ami per guadagnarti da vivere. Ora immagina di fare tutto ciò, durante questa mortale pandemia di COVID-19 e che la tua nuova casa diventi un campo sovraffollato, scrive Christy Tsantioti.

La Grecia è in prima linea nella migrazione, e ospita oltre 115.000 rifugiati e migranti, con quasi 42.000 rifugiati bloccati nelle isole greche dell'Egeo.

La crisi dei rifugiati nelle isole del Mar Egeo è a
un punto di non ritorno e richiede un'azione urgente da parte delle autorità greche e della comunità internazionale per proteggere i diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti, come il diritto all'assistenza sanitaria, all'istruzione e alla protezione.

La pandemia di coronavirus ha cambiato in modo permanente la vita quotidiana su scala globale. In questa nuova realtà, i gruppi vulnerabili come rifugiati, migranti e minori non accompagnati sono particolar…

Morti al largo della Tunisia: sono almeno 53

Il numero di corpi recuperati da un naufragio al largo della Tunisia è salito a 53. Il paese africano è sia un luogo di transito per i migranti di altri paesi africani sia una fonte di persone dirette in Europa, scrive Benjamin Bathke.

A seguito del ribaltamento di una nave al largo delle coste della Tunisia la scorsa settimana, almeno 53 corpi sono stati recuperati. Questo secondo i rapporti di varie agenzie di stampa.

I passeggeri, principalmente dall'Africa sub-sahariana, sono morti quando la loro nave legata all'Italia è affondata al largo della Tunisia la scorsa settimana.

Almeno 24 donne e il capitano della barca, un tunisino di 48 anni, sono tra le vittime.

La marina e le guardie costiere hanno utilizzato i sommozzatori e un elicottero per cercare corpi, la maggior parte dei quali sono stati trovati nella stessa area, ha riferito un portavoce di un tribunale di Sfax all'agenzia di stampa AFP.

Secondo il direttore sanitario della regione Sfax Ali Ayadi, giovedì sono …

Maggiori ostacoli per chiedere asilo per i migranti

Le domande di asilo in Europa sono scese ad aprile al livello più basso in oltre un decennio. Ma un avvocato d'asilo ha avvertito che ai migranti è stato impedito di chiedere protezione a causa delle restrizioni al coronavirus, e ora sono particolarmente vulnerabili, scrive Marion MacGregor.

Il numero di domande di asilo in Europa è sceso da 61.421 a febbraio a soli 8.739 ad aprile, secondo i dati dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo (EASO).

A marzo l'UE ha chiuso le sue frontiere esterne e
molti dei suoi 27 Stati membri hanno sospeso la registrazione delle domande di asilo. Da febbraio a marzo, quando i paesi hanno iniziato a imporre blocchi, le cifre dell'EASO mostrano un calo del 44% delle domande di asilo.

La maggior parte delle domande nei primi quattro mesi del 2020 sono state presentate da siriani, seguiti da afgani, venezuelani e colombiani, secondo i dati dell'EASO.

"È chiaro che l'accesso che i potenziali richiedenti asilo avevano avu…

Lavorare insieme per aiutare i migranti è vitale contro la Pandemia

Quando la Carta delle Nazioni Unite è stata redatta 75 anni fa, i delegati dei 50 paesi coinvolti hanno apportato una piccola ma potente modifica, aggiungendo "la promozione e l'incoraggiamento del rispetto dei diritti umani" come uno dei quattro scopi centrali delle Nazioni Unite, scrive Ian M. Kysel.

Mentre lottiamo con la più grande sfida globale
della storia recente - una pandemia che il segretario generale delle Nazioni Unite afferma di "averci messo in ginocchio" - la cooperazione multilaterale e i diritti umani hanno conseguenze maggiori che in qualsiasi altro momento dal 1945. Che in ogni luogo sarà necessario il multilateralismo sarà più chiaro nei prossimi mesi rispetto a quanto riguarda la migrazione e i diritti dei migranti.

Il numero di migranti internazionali in tutto il mondo ha superato l'anno scorso 271 milioni (inclusi 28 milioni di rifugiati), ma oggi molti confini sono chiusi. Gli Stati Uniti hanno recentemente espulso più di 20.000 pers…

Violenze su persone migranti e rifugiati in Croazia e Bosnia

Negli ultimi mesi ci sono state notizie crescenti, da parte di organizzazioni umanitarie e degli stessi migranti, sul maltrattamento di questi ultimi e di rifugiati in Bosnia e Croazia. Ora organizzazioni come CARE International stanno invitando la comunità internazionale ad agire, scrive Emma Wallis.

"Hanno fatto croci sulle nostre teste [con vernice
spray rossa] e su alcuni ragazzi hanno colorato i baffi o la fronte", racconta un richiedente asilo senza nome al quotidiano The Guardian della sua esperienza nel tentativo di attraversare i Balcani dalla Bosnia, attraverso la Croazia verso la Slovenia nei primi di maggio.

"Poi ci hanno fatto togliere i vestiti e le scarpe, hanno preso i nostri soldi e i nostri telefoni cellulari e hanno dato fuoco ai nostri vestiti e alle nostre cose. Circa 10 di loro erano in fila e ci hanno fatto passare davanti a loro mentre ci picchiavano con bastoni di legno e la polizia con i manganelli. Dopo questo ci hanno spinto nel fiume e ci ha…

Molte crisi in una per le persone migranti

António Guterres mercoledì ha lanciato l'ultimo briefing politico delle Nazioni Unite sulla pandemia, che ricorda ai paesi l'obbligo di proteggere le persone in movimento, che ammontano a oltre 70 milioni a livello globale, secondo i dati dell'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, UNHCR.

“Nessun paese può combattere la pandemia o
gestire la migrazione da solo. Ma insieme, possiamo contenere la diffusione del virus, contenere il suo impatto sui più vulnerabili e recuperare meglio a beneficio di tutti ", ha detto in un video messaggio che accompagna il lancio.

Mentre la pandemia continua a distruggere vite e mezzi di sussistenza in tutto il mondo, è la persona più vulnerabile a essere colpita più duramente.

Questa popolazione comprende rifugiati, sfollati interni e migranti in situazioni precarie, che si trovano ad affrontare tre crisi divise in una, secondo il Segretario Generale.

COVID-19 è inizialmente una crisi sanitaria e le persone in movimento possono esse…

Leggi contro ONG che aiutano i migranti

Il governo greco sta prendendo di mira le ONG che lavorano con i migranti nell'ambito di uno sforzo politicizzato di riduzione dell'asilo, scrive Nikolaj Nielsen.

Le nuove norme ministeriali introdotte all'inizio di quest'anno e inserite in una più ampia legge sulla migrazione a maggio si applicano solo ai gruppi della società civile che si occupano di rifugiati e asilo.

Atene afferma che le regole sono necessarie per
una maggiore trasparenza e responsabilità, ma le ONG sostengono che discriminano e sono quasi impossibili da attuare per le organizzazioni di base più piccole.

Redatte dal ministero delle finanze greco e dal ministero delle migrazioni e dell'asilo, le nuove regole impongono condizioni supplementari.

"La legge mantiene un chiaro potere discrezionale sul ministero della migrazione e dell'asilo di negare la registrazione, anche se i requisiti sono soddisfatti", ha affermato Minos Mouzourakis, un legale presso il Refugee Support Aegean.

Le O…