mercoledì 29 aprile 2020

Norvegia aiuta i migranti con donazione all'IOM

La Norvegia dona 30 milioni di corone norvegesi – circa due milioni e seicentomila euro - all'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), la quale coordina le attività sull’immigrazione delle Nazioni Unite. Parte del finanziamento fornirà supporto agli sforzi umanitari da parte dell'OIM per informare i migranti e altri gruppi vulnerabili sulla prevenzione delle infezioni da Covid-19 e per fornire loro servizi sanitari e acqua pulita.

"Stiamo fornendo la maggior parte di questi finanziamenti come un contributo fondamentale, in modo che lo stesso IOM possa definire le esigenze più urgenti", ha dichiarato il ministro degli Esteri Ine Eriksen Søreide. "Quasi tutte le operazioni dell'IOM sono finanziate da progetti, ma l'importante lavoro organizzativo necessario all'IOM per affrontare le nuove sfide deve essere finanziato in altri modi. Contribuiamo a ciò attraverso il nostro finanziamento di base. "

In un momento in cui l'IOM sta subendo

un'importante ristrutturazione, la pandemia pone nuove sfide organizzative alle sue attività in più di 100 paesi. Quest'anno la Norvegia fornirà 20 milioni di corone di finanziamenti di base, un contributo che aiuterà l'OIM a sviluppare capacità, rafforzare le funzioni chiave e prepararsi per il suo nuovo ruolo di coordinatore delle Nazioni Unite per la migrazione. Sono inoltre in arrivo altri 10 milioni di corone di aiuti umanitari alla risposta di Covid-19.

La pandemia di Covid-19 sta aggravando le difficoltà esistenti in paesi e regioni colpiti dalla crisi umanitaria. I migranti, i rifugiati e gli sfollati interni sono particolarmente vulnerabili al virus e avranno una maggiore necessità di protezione e assistenza sanitaria di base.

“Questo è il motivo per cui stiamo anche contribuendo con 10 milioni di corone di aiuti umanitari all'IOM, consentendole di partecipare alla risposta delle Nazioni Unite alle conseguenze dirette e indirette della pandemia. L'OIM ha una presenza sostanziale in aree difficili da raggiungere e sarà in grado di informare i migranti vulnerabili, gli sfollati e altri gruppi vulnerabili in merito alle misure di prevenzione delle infezioni, ai servizi sanitari e all'accesso all'acqua pulita. L'IOM svolge anche un ruolo importante nella mappatura dei movimenti della popolazione", ha affermato Eriksen Søreide.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento