lunedì 20 aprile 2020

Migranti senza voce: come aiutare

Quando Ericka Guadalupe Vásquez Flores iniziò a lavorare come traduttrice per i migranti detenuti e i loro avvocati negli Stati Uniti, non riuscì a smettere di pensare a suo fratello minore, Bryon.

Vásquez ha trascorso ore a telefonare su lunga distanza da casa sua negli altopiani guatemaltechi traducendo in spagnolo per persone nei centri di detenzione per immigrazione e controllo doganale negli Stati Uniti che parlavano solo la loro lingua indigena, raccontano Victoria Stunt e Megan Janetsky Quetzaltenango.

Mentre la maggior parte degli avvocati di immigrazione parla spagnolo e inglese, i molti dialetti nativi diversi che si trovano in tutta l'America Latina sono spesso trascurati dalle autorità statunitensi.

Ma Bryon si trovava in una di quelle stesse strutture di detenzione, combattendo il suo caso per quattro mesi prima di essere espulso.

"Mio fratello dice che nei centri di detenzione, si perde la speranza, si perde la fiducia", afferma Vásquez riguardo alle celle di congelamento in cui è stato tenuto Bryon.

Ma ha avuto un vantaggio su molti migranti con cui Vásquez lavora: parlava spagnolo.

"Ho immaginato i casi di queste persone che vivono le stesse cose ma non sanno parlare spagnolo."

"Come chiederanno qualcosa? Come diranno a

qualcuno se sono malati?", si è domandata.

Fa parte di un gruppo crescente di donne per lo più guatemalteche che traducono per i migranti di lingua indigena detenuti.

Quella traduzione - la capacità di comunicare - può significare la vita o la morte di alcuni detenuti spinti nel labirinto in continua evoluzione della legge sull'asilo degli Stati Uniti.

Il progetto Promotori della liberazione dei migranti (
Promotores de la Liberación Migrante) è iniziato nel 2016, quando la co-fondatrice Ana Gómez e un'amica attivista che lavora con organizzazioni di aiuto ai migranti nei centri di detenzione statunitensi hanno iniziato a sentire storie di guatemaltechi indigeni che sono stati detenuti per settimane, a volte mesi, incapaci di comunicare.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento