Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Film sull'immigrazione: Undocument

"Quando vedi tra le notizie la gente morire in camion e bambini defunti sulle rive non puoi mai immaginarti in quella situazione", afferma la cineasta Kyla Simone Bruce.

Il suo film, Undocument, si concentra sui bambini di quattro famiglie che vogliono vivere in un nuovo paese, coinvolti nelle lotte che ne conseguono.

Kyla, 33 anni, parte dal presupposto che "nessuno
vuole lasciare la propria casa o la propria famiglia, è per necessità".

La regista ritiene che l'attuale sistema stia "facendo a pezzi le famiglie", con persone che si trovano in un paese illegalmente "bloccate nei centri di detenzione" o peggio.
"C'è un vero malinteso sul fatto che la gente voglia venire qui per svuotare il sistema", afferma. "Le persone migrano quando sei spinto al punto che devi provvedere alla tua famiglia, o semplicemente per sopravvivere."

Le notizie recenti sulla migrazione hanno incluso rivelazioni cupe sulla morte di persone che …

Leggi razziste e crudeli verso gli immigrati

Di recente la Corte Suprema ha revocato una sospensione della sezione inferiore della corte in base a una regola dell'Amministrazione Trump, la quale negherà lo status di residente permanente agli immigrati legali che si ritengano potenzialmente incriminabili, qualora abbiano in passato - o potrebbero in futuro - ricevere assistenze di natura pubblica, come l’assicurazione sanitaria Medicaid o il reddito supplementare di sicurezza sociale.

Tale norma, scriveMasha Gessen, è stata definita
una catastrofe umanitaria, un atto che consente la crudeltà razzista e classista e un ritorno ai giorni più bui del rifiuto verso gli immigrati più bisognosi, siano essi irlandesi, ebrei, queer o in generale “non bianchi”.

Nell'agosto dell'anno scorso, Ken Cuccinelli, allora direttore ad interim della US Citizenship and Immigration Services, ha dichiarato in un'intervista con NPR che il principio guida della politica americana sull'immigrazione è “dammi il tuo stanco e povero che …

Migranti morti nel 2019 per arrivare in America

Più di 800 persone sono morte l'anno scorso attraversando deserti, fiumi e terre remote mentre migravano attraverso le Americhe, rendendo il 2019 uno degli anni più mortali mai registrati, ha dichiarato l'agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni.

I dati del Missing Migrants Project (MMP), raccolti presso il Centro di analisi dei dati dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM) a Berlino, indicano che è il
numero più alto di decessi documentato in questa regione da quando l'IOM ha iniziato a tenere registri sei anni fa.

Dal 2014 sono stati registrati oltre 3.800 decessi in tutto il continente.
"Questi numeri ricordano tristemente che la mancanza di opzioni per la mobilità sicura e legale spinge le persone verso percorsi più invisibili e più rischiosi, mettendole in maggiore pericolo", ha dichiarato Frank Laczko, direttore del Data Analysis Center di IOM.

Leggi ancheStorie e Notizie

Bugie sugli immigrati che hanno funzionato

Uno studio dell'Università di Harvard ha recentemente scoperto che le persone nei paesi occidentali, inclusa l'America, hanno ceduto a molti miti restrittivi. La campagna di destra contro l'immigrazione, in altre parole, ha funzionato.

Ma ciò non significa che i sostenitori dell'immigrazione dovrebbero disperare, come scriveShikha Dalmia, analista senior presso la
Reason Foundation e vincitrice dell'inaugurale Premio Bastiat per il giornalismo online. Hanno una possibilità di ribaltare l'opinione pubblica.

Lo studio, condotto dal professore di economia politica Alberto Alesina e dalla professoressa di economia Stefanie Stantcheva, ha somministrato questionari online a 24.000 intervistati in sei paesi - Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Svezia - con l'obiettivo esplicito di studiare l’immigrazione legale, non quella illegale- Tuttavia, su entrambi i fronti abbondano gli stereotipi negativi.

Nel 1900 circa il 3% della popolazione mondiale …

Politici anti immigrazione danneggiano il loro stesso popolo

Un massiccio afflusso di immigrati sul confine meridionale dell’Europa ha portato a registrare un alto numero di persone che entrano nei paesi senza permesso legale, molti morti e la criminalizzazione di operatori umanitari e attivisti che assistono i migranti. I residenti hanno anche sperimentato cronico stress e incertezza, erodendo il loro senso di sicurezza e benessere.

Non stiamo parlando degli Stati Uniti. È l'Italia, in particolare la Sicilia, dove anche le restrizioni politiche sull'immigrazione sono controverse e stanno mettendo a dura prova i residenti locali e gli immigrati.

Negli ultimi anni, molte persone hanno lasciato il Medio Oriente e parti dell'Africa, cercando rifugio dall'instabilità politica e sociale, alla ricerca di possibilità di vite più prospere in Europa. La Sicilia è un punto di arrivo comune, in quanto è un viaggio in barca relativamente breve dal Nord Africa. Tuttavia, è anche un passaggio molto pericoloso, con migliaia di decessi di migra…

Immigrazione in Canada: 4 motivi perché funziona

Il sostegno all'immigrazione in Canada dipende da questi fattori: storia, geografia, amministrazione e politica.

Il primo motivo per cui in Canada l’immigrazione funziona è che il paese ha una storia di immigrazione. Oltre alle popolazioni indigene del paese, tutti i canadesi sono immigrati o discendenti di immigrati. In quanto tali, i canadesi sono stati in grado di accogliere con successo persone provenienti da una varietà di background diversi. Non è sempre stato così, poiché in passato il Canada è stato anche segnato dall'intolleranza, ma col tempo è diventato più aperto alla diversità dalla fine della Seconda Guerra Mondiale ed è ora una delle società più multiculturali del mondo.

Secondo motivo, la geografia del Canada è anche molto favorevole riguardo all’immigrazione. A differenza degli Stati Uniti, degli stati membri dell'Unione Europea e di altri paesi occidentali che subiscono costantemente importanti flussi migratori irregolari, il Canada è geograficamente isol…

Scontri tra soldati e migranti

Le tensioni sono divampate sul confine meridionale del Messico lunedì mentre le truppe hanno cercato di intercettare un folto gruppo di migranti che erano entrati nel paese.
Video e fotografie scattate al confine tra Messico e Guatemala mostrano le truppe della Guardia nazionale messicana che inseguono i migranti che si erano precipitati attraverso il fiume Suchiate.
Alcune immagini mostrano i migranti che si arrampicano per sfuggire alle autorità. Altri hanno mostrato un migrante bloccato a terra, circondato da uomini in mimetica.
I migranti - in gran parte dall'Honduras - fanno parte di una nuova carovana che da giorni marcia verso nord. È la prima carovana di migranti che si è formata da quando l'amministrazione Trump ha stipulato una serie di accordi con il Messico e diversi paesi dell'America centrale volti a arginare la migrazione.
E il suo arrivo in Messico sta già testando le autorità su entrambi i lati del confine.
Per mesi le autorità messicane, di fronte alle cr…

Immigrati e religione

La vita può essere molto difficile per i nuovi migranti che devono affrontare le realtà del razzismo, della solitudine e della sottoccupazione nei paesi in cui arrivano. È importante che le comunità ospitanti comprendano il modo migliore per aiutare i migranti a stabilirsi e raggiungere il benessere.

Gran parte della ricerca sugli adattamenti dei migranti alla loro nuova vita si è concentrata sul coinvolgimento nei gruppi religiosi come meccanismo di coinvolgimento. Questi studi ritengono che il senso di esperienza comunitaria e culturale fornito dagli spazi religiosi transnazionali, come le chiese, faciliti l'adattamento della maggior parte dei migranti.

Un altro modo di esaminare questo problema è attraverso l'obiettivo della teoria dell'attaccamento. Questo è un concetto in psicologia che viene utilizzato per capire come il contatto delle persone con qualcuno che offra cure modelli il modo in cui vedono se stesse e gli altri. Dio può essere visto come lo stesso tipo di …

Come aiutare i migranti

Circa 100 persone ogni giorno cercano di arrivare in Ungheria da Serbia e Romania, in quello che la polizia di frontiera ungherese identifica come un nuovo aumento di migranti.

Di conseguenza, il governo ha inviato rinforzi militari e di polizia, tra cui un cannone navale sul fiume Tisza, per tenerli fuori. Alcuni hanno cercato di raggiungere l'Ungheria con un gommone.

L'Ungheria ha una recinzione di filo spinato lungo
il confine con la Serbia. È stato eretto dopo la crisi del 2015, quando oltre un milione di migranti, molti dei quali provenienti dalle zone di conflitto del Medio Oriente, hanno raggiunto l'Europa centrale.

Molti migranti si radunano all'interno del confine nella città serba di Subotica, dove un pastore protestante della minoranza ungherese serba li aiuta a stare al caldo.

Tibor Vargacostruisce stufe per i migranti da vecchie botti nel suo giardino.

Rinforza la base e le sottili pareti metalliche della canna con vecchie tegole, tenute in posizione con u…

Carovana dei migranti riparte dall'Honduras

Centinaia di migranti, principalmente honduregni, hanno iniziato a camminare e a fare l'autostop mercoledì dalla città di San Pedro Sula e in seguito hanno attraversato il confine del Guatemala nel tentativo di formare una carovana di migranti simile a quella che ha raggiunto il confine degli Stati Uniti nel 2018.

Ma i migranti si sono rapidamente divisi in gruppi più piccoli diretti verso almeno due diversi valichi di frontiera. Molti hanno dichiarato di non essere a conoscenza di alcun piano per riunirsi in un secondo momento e che avrebbero semplicemente cercato di farsi strada da soli godendosi la sicurezza di viaggiare con gli altri.

Sono arrivati a scaglioni al valico di frontiera a El
Chinchado per tutto il giorno. Quelli con documenti sono stati autorizzati ad avanzare in Guatemala. Si sono allontanati lungo l'autostrada rurale in gruppi di circa 20 persone e testimoni dalla parte del Guatemala affermano che le entrate erano state ordinate.

Secondo quanto riferito dall…

Migranti morti in mare: otto sono bambini

Otto bambini sono tra gli 11 migranti che sono annegati qualche giorno fa quando la loro barca è affondata al largo della costa occidentale della Turchia, secondo i media di stato.

Altre otto persone sono state salvate dalle acque al
largo di Cesme, una località turistica sulla costa egea di fronte all'isola greca di Chios.

Le loro nazionalità non sono ancora note.

La Turchia è un punto di transito chiave per i migranti che cercano di raggiungere l'Europa, principalmente attraverso la Grecia. Molti stanno fuggendo dalla violenza e dalle persecuzioni nei loro paesi.

In tanti si affidano a trafficanti di esseri umani e affrontano pericolose rotte terrestri e marittime che spesso provocano morti. Nel 2016 la Turchia ha raggiunto un accordo finanziario con l'Unione europea per arginare il flusso di migranti e rifugiati verso l'Europa.

Il numero di persone che attraversano dalla Turchia è aumentato di recente. La maggior parte proviene da Afghanistan, Pakistan e Siria.

Le a…

Migranti riportati in Libia: 1000 solo quest'anno

Quasi 1.000 rifugiati e migranti sono stati intercettati in mare e riportati quest'anno nella Libia devastata dalla guerra, secondo l'International Organization for Migration (IOM).

"Almeno 953 migranti, tra cui 136 donne e 85 bambini, sono stati restituiti alle coste libiche nelle prime due settimane del 2020", ha dichiarato il portavoce dell'IOM Safa Msehli.

La Libia, grande produttore di petrolio, è nel caos
dal 2011, quando il leader di lunga data Muammar Gheddafi è stato ucciso in una rivolta.

L'IOM ha affermato che la maggior parte dei rifugiati e dei migranti sono "sbarcati a Tripoli e tutti sono stati portati nei centri di detenzione".

Circa 4.500 persone sono attualmente detenute in tutta la Libia in presunti centri di detenzione temporanea, mentre altre migliaia sono rinchiuse in vere e proprie "prigioni" gestite da gruppi armati.

Leggi ancheStorie e Notizie

Sea-Watch: 120 migranti salvati nel Mediterraneo

La nave di salvataggio privata a conduzione tedesca “Sea-Watch 3” ha raccolto circa 120 migranti in tre operazioni di salvataggio nel Mediterraneo centrale ieri e questa mattina presto.

42 migranti sono stati salvati da una barca in pericolo nella zona di soccorso maltese alle 4 di questo venerdì, ha dichiarato Sea Watch su Twitter. Secondo l'ONG, le autorità maltesi erano state avvisate della barca giovedì pomeriggio ma "avevano rifiutato di effettuare il salvataggio".

I migranti, tra cui molti bambini, avevano contattato Alarmphone, la hotline di soccorso per le barche dei migranti nel Mediterraneo, nel
pomeriggio. Alarmphone ha condiviso pubblicamente la sua posizione GPS su Twitter, aggiungendo: "Abbiamo informato le autorità di Malta e chiediamo un salvataggio immediato. Le condizioni meteorologiche sono pericolose e la notte sta arrivando. Non lasciateli annegare!"

Leggi ancheStorie e Notizie

Immigrato legale = immigrato espulso comunque

Per un momento, Jesus ha pensato che il suo calvario volgesse al termine. Tre mesi dopo essere fuggito dal Venezuela, ha avuto la possibilità di dire a un giudice come lui e sua madre sono sfuggiti alla persecuzione politica.

"Il giudice mi ha posto tre domande", ha detto Jesus in spagnolo attraverso un interprete. "Qual è la tua nazionalità? Perché hai lasciato il tuo paese? Perché non puoi tornare indietro?"

Jesus chiede di non usare il suo cognome perché vuole proteggere i parenti che sono ancora in Venezuela. Non parla inglese e non aveva un avvocato al momento della sua udienza. Tuttavia, sentiva che il giudice capiva davvero la sua storia.

"Gli ho spiegato il mio caso. E ha accettato la mia
esperienza", ha detto Jesus.

Il giudice ha concesso a Jesus la sospensione della rimozione, una forma di protezione dalla deportazione. In altre parole, ha vinto - qualcosa che pochi migranti al confine possono dire in questi giorni. Jesus ha pensato che alla fin…

Diritti violati per gli immigrati negli USA: il DNA

Il governo degli Stati Uniti inizierà a raccogliere il DNA degli immigrati detenuti attraverso programmi pilota questa settimana, secondo una valutazione dell'impatto sulla privacy pubblicata oggi dal Dipartimento per la sicurezza interna. Il piano dell'amministrazione Trump di raccogliere campioni genetici da persone detenute da US Customs and Border Protection (CBP) e Immigration and Customs Enforcement (ICE) è stato segnalato per la prima volta in ottobre.

CPB e ICE non dispongono attualmente di sistemi
o procedure operative per questa raccolta su larga scala di materiale genetico, ma inizieranno ad attuare la politica attraverso piccoli programmi pilota. Inizialmente, CBP raccoglierà DNA solo nel suo settore di Detroit, nel Michigan e presso il porto di entrata Eagle Pass in Texas, prima di espandersi in ogni settore e porto di entrata entro tre anni. Il programma pilota dell'ICE inizierà solo in una delle sue regioni, ma la valutazione non ha identificato quale.

L'…

Immigrati Iraniani negli USA: paura per colpa di Trump

Per molte famiglie iraniano-americane, questo momento ci rende angosciati e terrorizzati, scrive Mitra Jalali al Guardian.

Non si tratta solo di analisi politiche distaccate e
di Twitter. Si tratta di una vita di esperienza e di rottura della politica estera degli Stati Uniti.

Ieri è stato il 58 ° compleanno di mio padre, ha dichiarato Mitra il 3 gennaio scorso. Nel 1979 è emigrato negli Stati Uniti da Teheran, in gran parte a causa dello sconvolgimento politico seminato dagli Stati Uniti in Iran. La sua unica lingua comune con gli altri liceali in America era il calcio. Una volta si diresse verso un telefono pubblico in una discarica di negozi di auto con un pugno di monete per effettuare una chiamata a casa, l'unico tipo di contatto che avrebbe avuto con la nostra famiglia di Teheran a distanza di mesi.

Mio padre viveva con una famiglia di scambio studentesco a Rochester, nel Minnesota. Incontrò mia madre, una ragazza coreana adottata e trasferita a Owatonna, Minnesota, al colleg…