giovedì 14 febbraio 2019

Il governo che rende le bugie reali

C’era una volta un circolo criminale, più che vizioso.
Prendi un gruppo di aspiranti leader che costruiscano il loro programma politico sfruttando l’ignoranza e le paure dei cittadini, mentendo spudoratamente sul numero di immigrati clandestini o meno sul territorio.
È un rischio calcolato, il loro.
Come un clamoroso bluff a carte, ma giocando con soldi non tuoi.
Che so, 49 milioni di euro, per dire una cifra a caso.



Mettiamo che i nostri vincano e sbanchino il tavolo.
Considera, allora, un gruppo di aspiranti leader che abbiano puntato tutto su una menzogna a scapito dei più disgraziati al mondo, e che ora si ritrovino a capo del paese.
Si seggono uno di fronte all'altro, si guardano, sanno di aver mentito, e pensano: ma se la verità viene a galla e ci sputtanano? Si preoccupano e assai.
Perché può esser facile ingannare la gente per prendere il potere. Il difficile è conservarlo continuando a mentire.
Tuttavia, la soluzione è lì, nel potere stesso di cui truffaldinamente godono.
I clandestini non sono tanti quanti abbiamo detto?
Okay, e allora facciamo in modo che lo diventino davvero.
E cosa c’è di meglio di una bella legge?
Pensa un po’ che colpo di genio, si congratulano i nostri.
Per farci eleggere dai cittadini gli abbiamo raccontato un sacco di balle sui clandestini che mettono in pericolo la loro incolumità, e poi facciamo una legge per crearne dove prima non ce n’erano e lo chiamiamo addirittura Decreto Sicurezza

Nota:
L'Italia ha respinto 24.800 domande di asilo negli ultimi quattro mesi, un record. Secondo Matteo Villa, ricercatore dell’ISPI, “il decreto continuerà ad aumentare il numero di immigrati clandestini in Italia. Secondo le nostre stime, ci potrebbero essere più di 670.000 richiedenti asilo che si troveranno a vivere irregolarmente in Italia, in parte perché il governo non ha la capacità di espellerli”.


Leggi anche Storie e Notizie
Seguimi anche su Facebook, Instagram, Twitter

Nessun commento:

Posta un commento