giovedì 13 dicembre 2018

C’era una volta un paese

C’era una volta un paese.
Un paese costruito, o meglio, governato sulle parole e le bugie, altro che lavoro.
Una nazione in cui lo spostamento dei cittadini nostrani dal sud al nord nell’anno scorso è aumentata ancora.
Leggi pure come il volto rassicurante dei cosiddetti migranti economici ruba lavoro e futuro.



immigrati storie

Ovvero, meno giovani nel meridione, meno speranze e ottimismo, e più voti per i partiti crea fobie e alimenta depressione.
C’era una volta, altresì, una terra dove, sempre nell’anno passato, l’immigrazione straniera è risultata in netto calo, ancor prima dell’avvento degli pseudo leader barra baluardi a difesa dei patri confini.
Un paese, a esser precisi, che il tasso di immigrazione straniera per ogni 1.000 residenti colloca al 22esimo posto in Europa.
C’era una volta, perciò, lo Stato in cui diminuiscono sia gli abitanti dall’origine controllata che i capri espiatori da quella esotica.
C’erano una volta i fatti, i dadi, i numeri.
In breve, la realtà.
Al contempo, ecco il paese dove il problema sono i migranti.
Altrettanto concisi, l’Italia di oggi...

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento