Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2018

Temi attuali: storie di migranti libri, storie di migranti di successo, brevi storie di immigrati, storie di rifugiati, storia di migrazione, storia di una migrante, storie di migranti bambini, storie di migranti a Lampedusa

Storie di immigrati sul reato umanitario

Nota per i cristiani in ascolto: vedetelo come una sorta di ineludibile emendamento alle note, evangeliche opere di misericordia, sul dissetare e sfamare i derelitti.
Per tutti gli altri, vedetelo e soprattutto rammentatelo all'occorrenza, punto.
Nondimeno, si sa come sono le leggi uguali per chiunque, che poi dovrebbero essere tutte.
Riguardano molti più cittadini sul lato all’ombra del confine piuttosto che il contrario.
Difatti, all’indomani dell’equa applicazione della norma in oggetto, una serie di arresti a larga scala fu effettuata in una sorta di colossale pesca a strascico senza alcun rischio d’errore.
Furono arrestati tutti coloro che perseverano nel conservare i propri conti in banche che investono nel traffico di armi. Perché vendere morte è un crimine, punto, altrimenti, di cosa stiamo parlando?

Leggi di più

Verità sugli immigrati in Italia

Inizia a raccontare al mondo intero sempre la stessa storia, ma in ogni forma pensabile e attuabile, che sia l’arte piuttosto che la stampa, la politica come l’istruzione, dove l’essenza è tale: quelli con i capelli rossi rappresentano il male assoluto.
Col tempo, vedrai allora che il cattivo della favola lo chiameranno il cavaliere rosso, il rosso diverrà un colore lugubre e inquietante, un’espressione come la situazione la vedo rossa prefiggerà nubi all’orizzonte, lavorare in rosso sarà una piaga dell’occupazione e, soprattutto, gli attori con i capelli rossi saranno i primi a morire negli horror, credimi sulla parola.
Quarto, lavora incessantemente mirando a un solo obiettivo: la gente deve aver paura di quelli con i capelli rossi...

Leggi tutto

Storie di immigrati: la risposta a Trump sui cesso di paesi

Cesso... la portentosa invenzione divenne oggetto di uso popolare più avanti, precisamente intorno al 1850.
Insomma, grazie, presidente, perché avrebbe potuto dire, che so, sedia di paesi o anche forchetta di paesi, ma non sarebbe stato lo stesso.
Con il suo, per quanto controverso accostamento, ha finalmente capito che qualora ci si riferisca a intere nazioni, significa tirare in ballo popoli, ovvero persone a milioni, culture millenarie e tradizioni antiche come l’uomo stesso.

Leggi di più

Una legge per i migranti

La legge dei migranti, applicata alla preziosa guida delle imberbi speranze verso una versione più colta di se stesse, in breve, l’insegnante.
Ne consegue il dovere di accogliere e far classe con qualunque carnagione o tradizione sbuchi dai banchi, sintetizzabile con facilità.
Una parola è sufficiente.
Speranze.
Tutte diverse, tutte uguali, nello spicchio di cielo ambito, nell’aver sacrosanto diritto a quest’ultimo...

Leggi di più

Storie di immigrati: il niente

Perché siamo niente. E all’improvviso diventiamo tutto. E’ uno strano tipo di magia, vero? Ovvero, un sortilegio ambiguo, che strega voi, ma sacrifica noi. Non siamo il problema imminente, esistiamo in altro universo rispetto a esso, ma diventiamo il problema comunque, nella stessa frase. Gioco di mano e di parola talmente lento che dovrebbe essere svelato all’istante. Nondimeno, è difficile trovare riscontro nell’occhio per ciò che non esista sul serio. Che non dovrebbe esistere. Siamo niente, sì. Forse sarebbe un bene che il nulla non ci fosse...

Leggi il resto

Storie di immigrati: 26

Ventisei. Già, strano, vero? Ma questo è il mio nome. Un numero. Esatto, siamo numeri, noi altri. Di fretta scritti e pensati, distrattamente disegnati, ciecamente invocati e venduti, nonché coscientemente. Dimenticati. Come se, contando con equa attenzione dal precedente al successivo, il battito del cuore internazional popolare compia un perenne salto. Un’interruzione di corrente a orologeria. L’alibi perfetto per passare avanti e continuare a parlar d’altro...

Leggi il resto

Storie di immigrati: aiuto dal cielo

Quando l’aiuto piove dal cielo, è festa grande, nel cuore e nelle mani protese. Ma anche quando giunge di lato, o addirittura dal basso. Capita più spesso di quel che si possa immaginare, sai? E’ che non fa notizia e neppure storia, oramai. Al contrario, quando è dai piani alti del vivere che l’empatia si fa carne, be’, è un precedente magico che cambia il racconto di tutti. Del salvato e del salvatore...

Leggi il resto